Fantasy Italia  
 
 
•  Portale  •  Indice del Forum  •  Galleria Fantasy  •  Downloads  •  Profilo  •
 
 
La Leggenda del Drago Verde

Nessun Giocatore Online

Entra nella Leggenda!

Menù
Home :
· Portale
· Forum
· GdR & Fantasy
· Chi siamo
· Chat
· Sondaggi
News :
 Argomenti
 Archivio Articoli
 Invia News
 Cerca
Biblioteca :
 Racconti
 Biografie
 Recensioni
 Invia Racconto
Galleria :
 Galleria Fantasy
 Galleria Utenti
 Invia Immagine
Downloads :
 Downloads
 Invia File
Links :
 Web Links
 Segnala Link
 Scambio Banner
Informazioni :
 Contattaci
 Statistiche
 Top 10
Sondaggio
Qual'è il miglior GDR di tutti i tempi edito in italia?

Cthulhu
Cyberpunk
OD&D (D&D basic + expert set)
Advanced D&D 2nd ed
D&D 3 e 3.5
D&D 4
Girsa
GURPS
Lone Wolf
Paranoia
Vampiri: masquerade
Vampiri: il requiem



Risultati
Sondaggi

Voti: 3058
Commenti: 10
Siti Partner
www.lanotteeterna.com
La Notte Eterna


www.skypok-design.com
Skypok Design


morgensterngdr.altervista.org
Morgenstern GDR


The Black Circle
The Black Circle


www.visivagroup.it
Visiva Group


www.terrediextramondo.com
Terre di Extramondo


www.labarriera.net
La Barriera


www.kaosonline.it
Kaos Online


Diventa Partner

Dissolvenza

Una goccia di sangue le scese lenta sulle labbra brillando,scura e rossa tra le ombre.Le ferite le solcavano il corpo avvolgendola come una veste leggera.Le ferite bruciavano, scottavano, cullandola nel dolore.Tante nuove cicatrici,tanti nuovi dolori.Niente,non erano niente,non significavano nulla.Portava molte cicatrici:piccole e grandi,nuove di colore rosa e vecchi segni bianchi.Non erano niente,erano solo ricordi.Il dolore del sangue non la toccava,non più.Soffriva di un dolore antico che si rinnovava sempre,che era sempre presente.Una ferita antica,sempre sanguinante,mai dimenticata.Il ricordo:il ricordo e l'amore,il ricordo ed il dolore.Una cicatrice vecchia, grigia sul suo cuore pulsante i cui battiti ricordavano senza dimenticare.A ritmo dei respiri,il suo cuore ricordava ancora il giorno in cui era morto la prima volta.Una lacrima le scese dagli occhi per andarsi a mischiare con il suo sangue.Il tempo non aveva cambiato i ricordi,non aveva cambiato nulla.Dopo tutto quello che aveva visto,che aveva fatto,non era cambiato niente. Gridava senza voce lacerando i suoni del mondo.Una goccia di cielo scese a bagnarle i capelli neri,raggrumati,scomposti e sparsi.Mille gocce di pioggia le risuonarono attorno annegando il mondo in una cortina di suoni crepitanti e sommessi.Suoni e silenzi.

Il sangue si mescolò alle lacrime,le lacrime alla pioggia.Tutto assieme legato dal dolore del cielo e del sangue,nella pozza dei ricordi di ieri.E dietro gli occhi grigi di lei il pensiero volava via e tornava là dove era stata la felicità.Lontano.Un tempo ed un luogo lontani.Lontano.

-Ben trovata guerriera.-una voce nel buio poco dietro di lei le sussurrò sottile poche parole tra le ombre e la pioggia nel mondo avvolto dalla tempesta-Sono qui per te.

-Chi sei?-le labbra dischiuse,segnate dal dolore sconfitta dalla corrente travolgente del mondo in bilico,avviata sull‘ultimo sentiero-Chi sei?-ripetè con più forza.Non aveva la forza per muoversi ma i suoi occhi cercarono nel vuoto attorno a lei,tra la pioggia e i silenzi.

Dalle ombre la figura scura sorrise per un momento.Un sorriso caldo,intimo,solo per loro due.

-Sono consolazione.

La pioggia tacque.

-Sono desiderio appagato.

Il mondo trattenne il fiato.

-Sono destino ineluttabile.Sono la radura alla fine di tutte le strade.-un silenzio ed un sorriso-Sono la morte da cui non si fugge.Sono qui per te.

Sorridono.Si riconoscono.Su tanti campi di battaglia,tra il rosso del sangue e il rosso del cielo,

si sono incontrati molte volte.Con una spada tra le mani durate grandi sconfitte e tremende vittorie si sono cercati.Con le labbra rosse di sangue sorride alla figura scura.

-Sei qui per portarmi via?-sorrise debolmente.

-Sì.Sei stanca guerriera.Molte volte,sei morta molte volte ma mai per sempre.Io e te ci conosciamo da molto tempo.Molte ferite,molti ricordi condividiamo noi due.

Un colpo di tosse.

-Stai soffrendo.Non soffrirai più.Stai ricordando il passato che non è più.Dimenticherai.E' ora di andare.

-Puoi...puoi portarmi con te senza il mio dolore?Finirà tutto qui?

Le ombre sorrisero.

-Sono fine e oblio.In me non ci sono ricordi.In me non c’è dolore.

-E' tutto finito?

Tranquille le ombre risposero.

-Sono fine senza inizio.Le tue battaglie sono concluse.Le spade sono infrante,gli scudi abbandonati.La guerra attorno a te tace.Vieni.La strada è aperta per te.

-Ti seguo.-ed una mano si alza a sfiorare le ombre.

Le ombre dolci la accolsero.

-Sono amore infinito.E sono qui per te.

Le ombre si ritirarono,lente,con una carezza.Lei giacque ora immobile sulla terra coperta dal cielo.Ed è tutto finito.Nel sangue e nel fango giace avvolta da un'armatura insaguinata,in pace. In pace dopo anni di guerre,dolori nella polvere di sangue.

Il mondo sospira.

Labbra insanguinate sorridono per sempre,un ultima volta.

Le nuvole tramontano.

Il sole risorge.




Titolo: Dissolvenza
Categoria: Racconti FantasyItalia
Autore: Mattia Bartoli
Aggiunto: January 22nd 2009
Viste: 1179 Times
Voto:Top of All
Opzioni: Invia a un amico  Stampa
  

[ Torna a Racconti FantasyItalia Principale | Scrivi Commento ]


 
 

Leggi informativa estesa sull'uso dei cookies

Copyright © 2003/4/5 by Fantasy Italia
Generazione pagina: 0.08 Secondi