Fantasy Italia  
 
 
•  Portale  •  Indice del Forum  •  Galleria Fantasy  •  Downloads  •  Profilo  •
 
 
La Leggenda del Drago Verde

Nessun Giocatore Online

Entra nella Leggenda!

Menù
Home :
· Portale
· Forum
· GdR & Fantasy
· Chi siamo
· Chat
· Sondaggi
News :
 Argomenti
 Archivio Articoli
 Invia News
 Cerca
Biblioteca :
 Racconti
 Biografie
 Recensioni
 Invia Racconto
Galleria :
 Galleria Fantasy
 Galleria Utenti
 Invia Immagine
Downloads :
 Downloads
 Invia File
Links :
 Web Links
 Segnala Link
 Scambio Banner
Informazioni :
 Contattaci
 Statistiche
 Top 10
Sondaggio
Qual'è il miglior GDR di tutti i tempi edito in italia?

Cthulhu
Cyberpunk
OD&D (D&D basic + expert set)
Advanced D&D 2nd ed
D&D 3 e 3.5
D&D 4
Girsa
GURPS
Lone Wolf
Paranoia
Vampiri: masquerade
Vampiri: il requiem



Risultati
Sondaggi

Voti: 3083
Commenti: 10
Siti Partner
www.lanotteeterna.com
La Notte Eterna


www.skypok-design.com
Skypok Design


morgensterngdr.altervista.org
Morgenstern GDR


The Black Circle
The Black Circle


www.visivagroup.it
Visiva Group


www.terrediextramondo.com
Terre di Extramondo


www.labarriera.net
La Barriera


www.kaosonline.it
Kaos Online


Diventa Partner

Q

Scheda del libro
Scritto da: Luther Blisset
pagine677
GenereGiallo storico
EditoreEinaudi
Prezzo17,00 €


Recensione

Trama:

Thomas Muntzer. Eretico. Attivista. Sobillatore. Siamo a Frankenhausen, nel 1525, quando la guerra contadina sta rivoltando la Germania, abbattendo principi, nobili e vescovi, nel nome delle parole di un uomo che si è fatto comprare poi dai principi: Martin Lutero. Dalla sua eresia sono venuti uomini più degni di lui, più uniti al popolo, ed è fra questi che si colloca il protagonista, la voce narrante del libro, che prende parte a questi eventi e conserva, dopo la morte del suo Maestro, due lettere che lo hanno portato alla rovina: sono firmate da Qoélet.

Q, un osservatore del Cardinale Ganpietro Carafa in terra di Germania, un uomo il cui solo scopo è quello di fare gli interessi del suo signore, abbattendo le eresie più pericolose una dopo l'altra, contribuendo alle lotte per portare più potere nella mani dell'uomo che siede a Roma e che ambisce al soglio di Pietro.

Questi due uomini, la spia e l'uomo del popolo, si incontreranno spesso, incrociando i loro destini, una disfatta dopo l'altra, una lotta dopo l'altra, fra i principali avvenimenti che la storia della Germania in guerra ci ha consegnato, da Frankenhausen a Munster; da Anversa a Basilea, per finire fra le verdi colline del Veneto e fra le strette calli di Venezia, quando due vecchi, appartenenti a un'altra era, tramontata di recente, si affronteranno e porranno sul piatto quello che è stato e quello che sarà.

Un crescendo di tensione e colpi di scena, sebbene la storia ci abbia consegnato dei fatti che non possono essere modificati, e cui la trama si attiene strettamente.



Recensione:

Un uomo. Un uomo per rappresentare una moltitudine, una infinità di uomini, cresciuti o convertiti per esperienza personale a un ideale, cui si votano per tutta la vita. Un uomo che non ha un nome nel libro, ne ha molti, perchè egli è molti, che sono morti, che devono venire ancora al mondo, e che vivono adesso: egli è tutti coloro che hanno creduto e lottato per la libertà e per l'eguaglianza. Uno di quelli che non si è arreso mai, che è stato sconfitto, ma che è sopravvissuto, forse egli rappresenta più l'ideale che l'uomo in se. Lui è il senso. Perchè tutto ha un senso.

La storia insegna, è questo che traspare dalle pagine del libro, la cui trama altro non è che una schietta denuncia al potere, tutto il potere, che altro non fa che soggiogare i popoli e renderli schiavi, che altro non fa che metterli gli uni contro gli altri con scuse quanto meno banali. Una denuncia alla guerra in ogni sua forma; ma è anche un'analisi spietata di quello che è una rivoluzione quando viene gerarchizzata, quando si ha qualcuno che possiede il potere. Il potere corrompe, tutti, e come a Munster fu poi a Washington, a Parigi, a Londra e in ogni angolo della terra. Probabilmente può essere definito un libro anarchico.

La scrittura è briosa, veloce, con descrizioni incisive, quasi spartane, eppure dà perfettamente l'idea di come sia la fisionomia di un volto o il paesaggio che si estende intorno ai protagonisti. I temi importanti del libro emergono da soli dalle righe scritte, balzando agli occhi come bassorilievi fra la trama che si intreccia tra di essi, e intorno ad essi. E l'uomo e l'ideale si fondono in un continuo che si svolge con la narrazione, sino all'epilogo finale, dove si coglie la vera riflessione dell'autore, che resta nell'anonimato, in quanto Luther Blisset è solo uno pseudonimo.

Un libro che merita certamente una lettura, che è fatto sia per leggerlo con mente impegnata, così come per apprezzarne la sola trama e ammirarne l'intreccio, così come per passare semplicemente il tempo.

Buona lettura.




Titolo: Q
Categoria: Libri
Autore: Stormbringer
Aggiunto: January 28th 2009
Viste: 392 Times
Voto:Top of All
Opzioni: Invia a un amico  Stampa
  

[ Torna a Libri Principale | Scrivi Commento ]


 
 

Leggi informativa estesa sull'uso dei cookies

Copyright © 2003/4/5 by Fantasy Italia
Generazione pagina: 0.09 Secondi