Fantasy Italia  
 
 
•  Portale  •  Indice del Forum  •  Galleria Fantasy  •  Downloads  •  Profilo  •
 
 
La Leggenda del Drago Verde

Nessun Giocatore Online

Entra nella Leggenda!

Menù
Home :
· Portale
· Forum
· GdR & Fantasy
· Chi siamo
· Chat
· Sondaggi
News :
 Argomenti
 Archivio Articoli
 Invia News
 Cerca
Biblioteca :
 Racconti
 Biografie
 Recensioni
 Invia Racconto
Galleria :
 Galleria Fantasy
 Galleria Utenti
 Invia Immagine
Downloads :
 Downloads
 Invia File
Links :
 Web Links
 Segnala Link
 Scambio Banner
Informazioni :
 Contattaci
 Statistiche
 Top 10
Sondaggio
Qual'è il miglior GDR di tutti i tempi edito in italia?

Cthulhu
Cyberpunk
OD&D (D&D basic + expert set)
Advanced D&D 2nd ed
D&D 3 e 3.5
D&D 4
Girsa
GURPS
Lone Wolf
Paranoia
Vampiri: masquerade
Vampiri: il requiem



Risultati
Sondaggi

Voti: 3069
Commenti: 10
Siti Partner
www.lanotteeterna.com
La Notte Eterna


www.skypok-design.com
Skypok Design


morgensterngdr.altervista.org
Morgenstern GDR


The Black Circle
The Black Circle


www.visivagroup.it
Visiva Group


www.terrediextramondo.com
Terre di Extramondo


www.labarriera.net
La Barriera


www.kaosonline.it
Kaos Online


Diventa Partner

Jonathan Strange e Mister Norrell

Scheda del libro
Scritto da: Susanna Clarke
pagine879
GenereUcronia
EditoreTEA
Prezzo9,80 €







Recensione

Trama:

In Inghilterra la magia sembra essere scomparsa, sebbene le accademie di maghi teorici proliferino in tutto il Regno e si diano un gran da fare nelle loro discussioni sul come e sul quando la magia abbia smesso di essere alla portata degli uomini. I libri sull'argomento si sprecano, le congetture anche, e i maghi sono oramai ridotti a null'altro che a degli studiosi con il naso nei libri: tutti tranne uno.

Il Signor Gilbert Norrell asserisce di sapere fare magie, e nella sua dimora alla vecchia Hurtfew Abbey possiede probabilmente la più grande collezione di libri di magia di tutta l'Inghilterra. La sua dimostrazione pratica lo costringe a uscire dall'anonimato e a trasferirsi a Londra, dove prenderà a cuore la causa di riportare la magia in seno al governo Britannico, ma per farlo dovrà riportare in vita la moglie di un ministro, tessendo un oscuro patto che sarà il filo conduttore di tutto il libro.

E mentre il Signor Norrell difende il suo primato di unico mago inglese, un nuovo uomo, venuto dal nulla, di nome Jonathan Strange, si presenta a lui con la capacità di tessere incantesimi; il rapporto fra i due, in continua evoluzione, si dipanerà sullo sfondo della guerra fra l'Impero Britannico e la Francia di Napoleone, in una rivisitazione storica che funge da scenario per un'avventura tipicamente Inglese, che non manca di assumere i cupi toni del gotico nella parte finale.



Recensione:

Più che un libro fantasy, questa storia sembra molto spesso la descrizione di un'epoca, quella in cui la Gran Bretagna abbandonava definitivamente il ruolo di potenza europea per imporsi come unica potenza mondiale; descrive le inquietudini e le stravaganze di un popolo, legato alle sue tradizioni, alle sue routine quotidiane e alla sua superiorità borghese e un po' bonaria, un po' violenta, verso gli altri popoli. Sembra, in sostanza, di assistere alla costruzione di un complesso affresco di una società che esce dalla prima rivoluzione industriale colma di inquietudini, nostalgica del passato e della sua grandezza: una nostalgia che il popolo inglese non ha mai smesso di coltivare.

I due personaggi descritti dall'autrice sono inglesi comuni, che amano le loro abitudini, che sono legati ai piccoli gesti, alle inezie che spesso, durante la narrazione, fanno sorridere il lettore, per l'apparente frivolezza con cui anche l'autrice sembra cassarle, ma che in realtà costituiscono il fondamento della descrizione, la base su cui la complessità del romanzo si appoggia in seguito per stare in piedi.

I due protagonisti evolvono nel corso del romanzo, plasmati dalla vita e dalle esperienze, forgiati dalla durezza con cui la magia esige il suo tributo, alla fine, da entrambi: un tributo che non sono disposti a pagare.

Le pagine del libro sono così intrise di malinconia, di tristezza e di un senso di cose andate che non saranno più, o che sarà difficile riottenere, che certe volte vengono le lacrime per il destino di quei poveri individui; e alla fine, tutta la carica romantica del libro esplode nella malinconia che solo un contemporaneo di Lord Byron e di Shelley avrebbe potuto incidere con l'inchiostro: solo che lo fa quasi duecento anni dopo.

Tuttavia non ci si deve aspettare da questo libro una serie di colpi di scena, o trovate troppo "cinematografiche", poichè la trama è molto lineare, anche se non scontata: i capitoli finali non mancheranno di tenere con il fiato sospeso. Si tratta di una scrittura fluente, molto coinvolgente, sebbene manchi di essere trascinante nei primi capitoli, e tipicamente "British".

L'originalità di questa storia è la sua grandissima forza, e le riflessioni che porta a fare, come ogni romanzo in cui i protagonisti siano reali e non eroi che tutto possono e tutto fanno, possono essere profonde. Sicuramente interessante e stimolante.

Buona lettura.




Titolo: Jonathan Strange e Mister Norrell
Categoria: Libri
Autore: Stormbringer
Aggiunto: December 16th 2008
Viste: 430 Times
Voto:Top of All
Opzioni: Invia a un amico  Stampa
  

[ Torna a Libri Principale | Scrivi Commento ]



Posted by: Skald on 2008-12-18 21:09:00
My Score: Best
Sono d''accordo con la recensione, è un libro che parte lento ma poi diventa sempre più bello e intrigante!
Da leggere

 
 

Leggi informativa estesa sull'uso dei cookies

Copyright © 2003/4/5 by Fantasy Italia
Generazione pagina: 0.13 Secondi