Fantasy Italia  
 
 
•  Portale  •  Indice del Forum  •  Galleria Fantasy  •  Downloads  •  Profilo  •
 
 
La Leggenda del Drago Verde

Nessun Giocatore Online

Entra nella Leggenda!

Menù
Home :
· Portale
· Forum
· GdR & Fantasy
· Chi siamo
· Chat
· Sondaggi
News :
 Argomenti
 Archivio Articoli
 Invia News
 Cerca
Biblioteca :
 Racconti
 Biografie
 Recensioni
 Invia Racconto
Galleria :
 Galleria Fantasy
 Galleria Utenti
 Invia Immagine
Downloads :
 Downloads
 Invia File
Links :
 Web Links
 Segnala Link
 Scambio Banner
Informazioni :
 Contattaci
 Statistiche
 Top 10
Sondaggio
Qual'è il miglior GDR di tutti i tempi edito in italia?

Cthulhu
Cyberpunk
OD&D (D&D basic + expert set)
Advanced D&D 2nd ed
D&D 3 e 3.5
D&D 4
Girsa
GURPS
Lone Wolf
Paranoia
Vampiri: masquerade
Vampiri: il requiem



Risultati
Sondaggi

Voti: 3080
Commenti: 10
Siti Partner
www.lanotteeterna.com
La Notte Eterna


www.skypok-design.com
Skypok Design


morgensterngdr.altervista.org
Morgenstern GDR


The Black Circle
The Black Circle


www.visivagroup.it
Visiva Group


www.terrediextramondo.com
Terre di Extramondo


www.labarriera.net
La Barriera


www.kaosonline.it
Kaos Online


Diventa Partner

Il lupo bianco

Mi è difficile narrare la mia storia...non sono un bravo oratore...
Sono nato in un piccolo villaggio chiamato Norderingen, nelle vicinanze di Middenheim...la più grande fortezza dell'Impero...La città del dio dei lupi e dell'inverno, Ulric...
Un prete guerriero di questo dio forte e austero mi trovò una mattina davanti al suo tempio con strane cicatrici sul corpo che ricordavano gli artigli di un lupo...cicatrici che porto tuttora...
Durante la mia adolescenza, il prete, Vecnar, si prese cura di me addestrandomi nell'arte della guerra ed insegnadomi il credo di quel dio forte ed antico...
Raggiunta l'età adulta mi mandò a Middenheim per entrare a far parte dell'ordine dei Templari del Lupo Bianco...avevo sempre desiderato entrare a farne parte...
Combattei a lungo nelle file di questi uomini coraggiosi e duri come le montagne guadagnandomi una posizione di prestigio all'interno dell'ordine...
Poi acese l'oscurità...
Il prescelto del caos, il signore della dine dei tempi, Archaon, portò la sua immensa armata contro il Middenland con l'unico obbiettivo di arrivare a Middenheim e di radere al suolo la città...
L'impero si era però preparato a quasto assalto stringendo alleanze con elfi e nani, che per una volta, appianarono le loro divergenze per fare fronte comune...
Io ed un altra cinquantina di templari fummo inviati alla fortezza di Bohsenfels, la prima fortezza che sarebbe stata attaccata dall'orda di Archaon dopo la caduta della città di Erengrad...
Prima ancora dell'arrivo di Archaon ci fu molto lavoro da fare poichè sembrava che tutto ciò che fosse malvagio di fosse destato per distruggere tutto ciò che era stato creato dagli dei... gli uomini-bestia attaccavabno ripetutamente le carovane e noi dovemmo faticare non poco per tenerli a bada...
Poi arrivò l'orda...
Non credo che proverò mai più tanta paura come in quel giorno...
Sembrava di guardare un immenso mare nero...
Nonostante questo riuscimmo a resistere a lungo, costringendo addiritura le armate del caos ad ignorarci per proseguire nella loro marcia, lasciando alle loro spalle solo alcuni uomini...sempre che di uomini si potesse parlare...
Nonostante questo eravamo ancora sotto assedio e non ci giungevano notizie dall'esterno, cosa che stava demoralizzando gli uomini...
Con i templari del mio ordine, ridotti ad una ventina, compimmo una sortita all'esterno delle mura per raggiungere una delle città vicine e chiedere aiuto, anche se a dire la verità le nostre speranze di trovare qualcuno erano veramente poche...
Riuscimmo ad oltrepassare le forze avversarie, ormai ridotte anche loro allo stremo, e ci inoltrammo nella foresta del Darkrwald...e fu lì che fummo attaccati...
Un grna numero di uomini-bestia ci assalirono cogliendoci di sorpresa... combattemmo come furie, ma alla fine fummo soverchiati...poi...non so cosa sia successo...l'ultima cosa che ricordo è un grosso minotauro che stava per calare la sua ascia su di me...quando mi sono ripreso io ero in piedi, con il corpo dolorante...e con un tappeto di cadaveri che mi circondava...
Ripresi la marcia verso Middenheim...
Lungo la strada mi avvicinai ad un lago per dissetarmi e fu lì che vidi la mia natura...i miei canini si erano all'ungati diventando simili a quelli di un lupo...con i giorni che passavano mi accorsi che lo stesso valeva anche per i miei sensi...
Arrivai infine nei pressi di Immelsheld a pochi chilometri dalla mia meta...
Entrai nella città, ridotta ad un cumolo di macerie evitando di farmi vedere in faccia...se avessero visto che ero un mutante mi avrebbero sicuramente ucciso...
Venni a sapere che gli eserciti dell'Impero avevano infine respinto Archaon, che si era ritirato nel villaggio di Sokh...
Mi misi in maricia...
Durante la notte, a pochi giorni di cammino dalla mia meta, avvertii dei rumori nella foresta...presi la mia spada e mi misi in posizione di difesa, quando dai cespugli uscì un grosso lupo bianco...il più grosso che io abbia mai visto, con una folta pelliccia bianca...
Sembrava affamato, eppure non mi aveva teso un agguato, anzi, si era messo davanti a me senza esitazione...restammo a guardarci negli occhi per alcuni secondi che sembravano durare come un eternità...poi mi attaccò...
Apettai che balzasse verso di me così da poterlo colpire agevolmente alla gola, ma invece di saltare, il lup scartò di lato. Grazie ai miei riflessi riuscii a schivare il colpo parando con la lama della spada. scivolai a terra a causa del terreno fangoso e la grossa bestia ne approfittò per attaccare...quando saltò riuscii ad affondare la spada nel suo petto...la creatura morì senza gemere... ormai era inverno ed io decisi di scuoiarla per ricavarne una pelliccia che porto tutt'ora sulle spalle...
Raggiunsi Sokh nel culmine dello scontro e mi gettai nella mischia senza esitazione...
Abbattevo i nemici con una cadenza quasi meccanica, e facendomi strada in mezzo a quella marea di acciaio nero riusìì a raggiungere le fila dell'impero...e lì, in mezzo ai miei vecchi compagni dell'ordine vidi mio padre...il vecchio Vecnar che combatteva come una furio con il suo martello runico dalla testac di lupo che brillava ad ogni arco mortale che calava sui propri avversari...
Ormai lo scontro era ridotto ad una rissa confusa...
Stavo per raggiungerlo quando lo persi di vista...
Mi affrettai a raggiungere il punto dove l'avevo visto l'ultima volta...lo trovai morto con il petto fracassato...raccolsi il suo martello e mi gettai nuovamente nella mischia uccidendo come un demone infuriato...
La battaglia fu vinta ed io mi affrettai a tornare nei boschi senza farmi vedere da nessuno di quelli che un tempo potevano essere miei amici...ora ero un mutante, se mi avessreo visto mi avrebbero quasi sicuramente ucciso...cosa che in quel momento desideravo...
Ora vago per il mondo dando la caccia a ciò che minaccia la il mondo e la mia gente...
Ciò che nessuno sa è che do la caccia anche all'assassino si mio padre...non conosco la sua faccia nè il suo nome...ma conosco il suo odore, che era ancora forte sul cadavere di Vecnar...e un giorno so che lo troverò...quel giorno farò tremare la sua anima di paura...quel giorno avrò la mia vendetta...




Titolo: Il lupo bianco
Categoria: Racconti FantasyItalia
Autore: Nether di Middenheim
Aggiunto: November 18th 2005
Viste: 940 Times
Voto:Good
Opzioni: Invia a un amico  Stampa
  

[ Torna a Racconti FantasyItalia Principale | Scrivi Commento ]


 
 

Leggi informativa estesa sull'uso dei cookies

Copyright © 2003/4/5 by Fantasy Italia
Generazione pagina: 0.10 Secondi