Fantasy Italia  
 
 
•  Portale  •  Indice del Forum  •  Galleria Fantasy  •  Downloads  •  Profilo  •
 
 
La Leggenda del Drago Verde

Nessun Giocatore Online

Entra nella Leggenda!

Menù
Home :
· Portale
· Forum
· GdR & Fantasy
· Chi siamo
· Chat
· Sondaggi
News :
 Argomenti
 Archivio Articoli
 Invia News
 Cerca
Biblioteca :
 Racconti
 Biografie
 Recensioni
 Invia Racconto
Galleria :
 Galleria Fantasy
 Galleria Utenti
 Invia Immagine
Downloads :
 Downloads
 Invia File
Links :
 Web Links
 Segnala Link
 Scambio Banner
Informazioni :
 Contattaci
 Statistiche
 Top 10
Sondaggio
Qual'è il miglior GDR di tutti i tempi edito in italia?

Cthulhu
Cyberpunk
OD&D (D&D basic + expert set)
Advanced D&D 2nd ed
D&D 3 e 3.5
D&D 4
Girsa
GURPS
Lone Wolf
Paranoia
Vampiri: masquerade
Vampiri: il requiem



Risultati
Sondaggi

Voti: 3183
Commenti: 10
Siti Partner
www.lanotteeterna.com
La Notte Eterna


www.skypok-design.com
Skypok Design


morgensterngdr.altervista.org
Morgenstern GDR


The Black Circle
The Black Circle


www.visivagroup.it
Visiva Group


www.terrediextramondo.com
Terre di Extramondo


www.labarriera.net
La Barriera


www.kaosonline.it
Kaos Online


Diventa Partner

Il Guardiano di Tarsharn

Freddo. Il corpo pallido e palpitante di Grumak giaceva sul terreno pregno di acqua e la pungente sensazione di morte stava ormai trasalendo come ghiaccio nelle sue vene ancora calde. La pioggia ticchettava sulla sua armatura argentea, dilaniata dai colpi inferti dai terribili morti viventi. Lo avevano lasciato lì, ormai impotente, quasi a schernire volutamente la poderosa razza dei dragonblood, proprio loro che vivevano soltanto nel ricordo della loro ironia.
Grumak aveva visto nascere e prosperare quella città, l’aveva difesa allo strenuo delle sue forze. Per lui, che non aveva neanche la forza per gridare, non c’era male peggiore che sentire le strazianti grida della sua gente, mentre il nemico depredava le loro mense. Il terrore aleggiava sulle strade: le lacrime degli abitanti rigavano il loro volto mentre fuggivano senza una meta, offuscati dalla paura di morire. Molti preferivano cadere davanti ai propri bazar, in un disperato patto di concedere i propri corpi piuttosto che veder andare in frantumi le loro sudate fonti di benessere.

La città di Tarsharn, una tra le più prosperose del vasto territorio, il punto di ritrovo di molti viandanti, rinomata per le sue spezie e le sue arance rosse, insuperabile per la vastità di componenti rari per Incantatori e Maghi della Notte, ricca e forte dei suoi splendenti templi, stava per ritrovarsi ora in un cumulo di macerie, in una inaspettata notte di inferno.

- No, non può finire così…- continuava a torturarsi il possente guerriero, – Possibile che le mie risorse siano finite in questo modo ignobile? –. I suoi occhi non riuscivano più a vedere quello che accadeva attorno a lui e la sua bocca era aperta in un silenzioso grido.
Stava per finire tutto.
-Svegliati, giovane dragonblood – sentì sussurrare con una calda e avvolgente voce, - C’è ancora molto lavoro da fare e il tuo aiuto è quanto mai indispensabile -.
Riven posò le sue mani sul torace di Grumak che palpitava debolmente; un semplice gesto e una luce celestiale cominciò ad allietare il dolore che provava il combattente.

Cominciava a sentirsi sempre meglio. I suoi occhi ora scorgevano il volto umano di una giovane e bella fanciulla, con lunghi capelli dorati. La riconobbe, e con voce rauca riuscì a dire uno caloroso –Grazie-.

In pochi secondi Grumak rientrò in pieno possesso delle proprie forze. Si alzò appoggiando un gomito sul proprio ginocchio e guardò il proprio torace, messo a nudo dallo squarcio sull’armatura. Quindi si girò verso Riven che lo derise amorevolmente: -Riesci a prendere la tua spada o devo darti una mano?-. Il guerriero si alzò di scatto, si chinò e raccolse la propria spada, infangata da una pioggia che si stava affievolendo sempre di più.

Di fronte a lui una marea di gente continuava a disperarsi alla vista dei guerrieri della morte.
D’istinto, il guerriero caricò un morto vivente alle spalle che si trovava pochi metri dinnanzi a lui. Lo tranciò di netto all’altezza del ventre facendolo andare in mille pezzi al contatto del suolo.
Un tagliente vuoto di aria appianò, immediatamente dopo, la testa dei due eroi che si alzarono in cielo, scorgendo la figura magnifica del Drago.

- Guarda! - gridò Grumak con un sorriso di speranza - Ha smesso di piovere! Forse domani i contadini potranno fare un buon raccolto… -.
- Si – rispose saggiamente Riven all’osservazione di Grumak – Domani il raccolto darà come sempre lustro e fama alla nostra città! –
I loro sguardi si incrociarono rapidamente in un tacito consenso: - Coraggio, adesso tocca a noi farci valere! -.




Titolo: Il Guardiano di Tarsharn
Categoria: Le biografie degli utenti
Autore: Ruodhlandus
Aggiunto: January 27th 2005
Viste: 2737 Times
Voto:Top of All
Opzioni: Invia a un amico  Stampa
  

[ Torna a Le biografie degli utenti Principale | Scrivi Commento ]



Posted by: Adrianne on 2005-01-27 19:29:36
My Score: Best

 
 

Leggi informativa estesa sull'uso dei cookies

Copyright © 2003/4/5 by Fantasy Italia
Generazione pagina: 0.10 Secondi