Category: Racconti FantasyItalia
Review Title: THE DREAMWAKER


“The Dreamwalker” è il primo romanzo fantasy di Paolo Bruni.
Tra queste pagine l’autore ci concede la possibilità di immergerci in un mondo lontano, in una terra che forse nessuno può conoscere o ricordare, ma solo desiderare.
Ci troviamo davanti a parole che sognano immagini, a volte delicate e lievi come una brezza di primavera, a volte insolite e colme di sgomento. Sono immagini che raccontano di segreti, di desideri, di scelte.
Ho letto con passione questo libro, tanto da smarrirmi e ritrovare un’altra me, ancora più sognante e bramosa di spaziare oltre i portali dell’immaginazione.
Si viene trascinati dalla storia di un ragazzo, che in seguito ad un inaspettato “risveglio” si trova in viaggio lungo il fiume mnemosine delle sue emozioni. Caleb è un Passatore, in grado di attraversare la sottile e fragile barriera che separa il Mondo della Veglia da quello dei Sogni. Una volta svelata la situazione in cui si trova, dovrà però scoprire il modo per ritrovare la via di casa.
Si può avvertire fin da subito, in modo vivo e puro il disagio del protagonista, è quasi tangibile la sua paura, il suo fare disarmato e insicuro che solo attraverso le vicissitudini si tramuterà in estremo coraggio.
Dopo lo spiazzante risveglio nel Mare dei Sogni, il viaggio di Caleb e di coloro che lo accompagneranno, prenderà infatti una direzione che non potrebbe non creare inquietudine e difficoltà. Come per ogni bellezza, esiste il suo opposto; ma sarà disarmante la naturalezza con cui l’autore vi farà scivolare oltre quel cancello, nel Regno degli Incubi.
Sogni e Incubi diventano così un modo diverso per affrontare l’incessante scontro fra Bene e Male.

Questo libro ha il sapore dolce e crudele di un percorso onirico non scelto, ma che sceglie e rende complici, fino all’ultima pagina, in un respiro senza tempo.
Ciò che più colpisce è l’attenta e sensibile descrizione dell’autore, così empatico nel raffigurare luoghi e personaggi. Lo stile di scrittura è ricercato ma scorrevole, mai banale.
I personaggi hanno personalità ben distinte e non possono non affascinare.
Lontano dalla fantasia comune, Bruni ha ridimensionato in modo originale questo mondo e le sue creature. Mi piace pensare che sia una dimensione altra, nascosta allo sguardo razionale, ma vicino a noi più di quanto possiamo immaginare.
Magie, antiche tradizioni, oscure macchinazioni e creature dalle sembianze misteriose incidono i passi di questa trama, in cui le armoniose forme confermano la maestria dell’autore.
“The Dreamwalker” è davvero un piccolo capolavoro, adatto agli amanti del fantasy ma anche per chi si avvicina a questo genere per la prima volta.


Quarta di copertina:
Quando si abbandona al sonno, l’uomo libera tutto se stesso all’immaginazione. Cosa accade, però, se dal sogno non ci si risveglia più nella propria realtà di tutti i giorni ma in una dimensione diversa? È la fantasia a giocare tra queste pagine, un racconto ricco di colpi di scena e rivolgimenti inaspettati che trasportano il lettore in una terra lontana.

L’autore:
Paolo Bruni nasce a Padova nel 1985. Da sempre appassionato di letteratura fantasy e horror, scrive racconti e brevi romanzi fin dall’età di tredici anni. “The Dreamwalker” è la prima opera pubblicata.
This review comes from Fantasy Italia
http://www.fantasyitalia.it

The URL for this review is:
http://www.fantasyitalia.it/modules.php?name=MReviews&op=show&rid=450