Category: I Grandi Classici
Review Title: Wall-E



Scheda del film
Paese d’origine: U.S.A.
Durata film1h e 38m
Genere Animazione/Fantascienza
Regia Andrew Stanton
Voci originali Ben Burtt, Sigourney Weaver, Elissa Knigth



Anno Uscita2009

Trama
2805. Gli umani hanno lasciato la Terra sette secoli prima a bordo di un arca spaziale per sfuggire all'inquinamento che ha reso il pianeta invivibile.
Sono rimasti solo dei robot automatizzati che cercano di fare pulizia; l'ultimo di questi robot chiamati Wall-E (Waste Allocation Load Lifter Earth-Class, sollevatore terrestre di carichi di rifiuti) dopo tanta solitudine ha sviluppato una coscienza e dei sentimenti e passa le giornate trasformando l'immondizia in cubetti e collezionando ricordi appartenuti agli umani e che raccoglie nella sua casa, un rimorchio d'autocarro.
Il suo tesoro più prezioso è un VHS del film Hello, Dolly!; Wall-E è legatissimo a questa pellicola, che gli dà speranza di trovare un giorno una compagna… La routine del robottino viene rotta dall'arrivo della robot femmina EVE, una sonda inviata sulla terra per svolgere una missione vitale per l'intera razza umana…

Note e Curiosità
  • Il film è dedicato a Justin Wright, giovanissimo animatore Pixar morto nel marzo 2008 a soli 27 anni.
  • Wall-E è ispirato ad un compattatore di rifiuti industriale, dei veri robot usati nell'attrazione Tomorrowland a Disneyland, Charlot di Charlie Chaplin ed E.T. . EVE invece è ispirata al design dell' I-Pod.
  • Nel film si parla di Direttiva A-113. A-113 è una sigla che si trova in tutti i film Pixar e si riferisce alla classe frequentata dagli animatori Disney e Pixar al California Institute of the Arts.

  • Recensione
    Andrew Stanton (A Bug's Life; Alla ricerca di Nemo) confeziona un film per bambini capace di trattare seriamente tematiche per adulti. L'inquinamento, il consumismo sfrenato, la dipendenza dalla tecnologie, l'obesità ci vengono proposti come lo sfondo di una storia d'amore e di sentimento, ma sono proprio quelli che ci fanno più riflettere.
    Innovativo sotto molti punti di vista, il film a livello tecnico ha richiesto un grande sforzo per Ben Burtt, Sound Designer di E.T., Willow e Indiana Jones, che ha dovuto creare gli effetti sonori (in pratica la voce) di Wall-E e degli altri robot della pellicola riuscendo a conferirgli espressività e sentimento. Il risultato ricorda molto i film muti degli anni '20 con particolare riferimento a Charlie Chaplin e alla sua incarnazione Charlot.
    Stanton ha fatto una scelta visiva molto coraggiosa dando al film un'impostazione grafica (con imperfezioni spesso volute) molto simile ai film di fantascienza anni '70; per riuscirci si è avvalso della consulenza di Dennis Muren, il guru degli effetti speciali che ha all'attivo in carriera film del calibro di Incontri ravvicinati del terzo tipo, la serie classica di Star Wars, Willow e Jurassic Park.
    A fare da impalcatura al film è la colonna sonora di Thomas Newman (Jarhead; Lemony Snicket) toccante e azzeccatissima. Consigliato ai bambini dagli 8 ai 99 anni.

    Links

    - Sito Ufficiale Italiano

    Voto Fantasy Italia
    This review comes from Fantasy Italia
    http://www.fantasyitalia.it

    The URL for this review is:
    http://www.fantasyitalia.it/modules.php?name=MReviews&op=show&rid=398