Category: Racconti FantasyItalia
Review Title: Raimu - Il fuoco Purificatore


CAP 1 :IL FUOCO PURIFICATORE Cio' che non e stato detto Cio che non e stato visto Io lo riportero' in questo mondo come la piu grande delle verita'. Fin dal tempo dell' uomo questa storia viene tramandata di generazione in generazione per far si che il tempo che col suo inesorabile passare non la trasformi in un effimero ricordo. Ormai o dimenticato il mio nome ho compiuto da poco 26 anni e non avrei mai pensato che la mia vita potesse prendere la strada che mi ha portato a conoscere e ha vivere la vita che oggi faccio parte , sono uno dei pochi custodi che possono ancora in questo mondo raccontare la storia che si cela dietro all' umanita', imparerai a conoscere mondi che non sospettavi dell' esistenza , conoscerai i piu potenti imperi dell universo che lottano contro il male che non deve essere nominato , guarrieri che lottano per assicurare l'ecquilibrio dell' universo ultimo baluardo della liberta' di ogni essere vivente, e ti narrero il mio viaggio,e di chi incontrai sul mio cammino. Tutto ebbe inizio quando ancora andavo a scuola, avevo 17 anni e frecquentavo la terza superiore, ero un ragazzo normalissimo, vivevo in italia e per ovvie ragioni di sicurezza non diro dove mi trovavo,ero una persona un po chiusa e molto fragile , spesso durante le mie giornate sentivo qualcosa nel cuore che mi spingeva a credere, che tutto cio' che mi circondava era frutto di un allucinazione, che la vera vita mi attendesse dietro l'angolo, mi ostinavo a comprendere le persone le osservavo cercavo di capire perche' si comportassero in determinati modi , non capivo la violenza che l' uomo riesce ha dare a suoi simili, all' ipocrisia al bisogno di avere sempre piu potere sulle persone. Alcuni erano i burattinai mentre altri erano i burattini,io mi sentivo un burattino, non avevo carattere mi lasciavo offendere e usare dalle persone , tanto non mi importava, l' unica cosa che bramavo era conoscere la verita' di chi siamo e cosa si nasconde dietro tutto. Questa mia curiosita' mi spinse tra le braccia del mondo della mitologia e del mistero, invece di uscire come tutti trovavo conforto in quei libri che mi sostenevano e alimentavano il mio bisogno di sapere , ma dentro di me sapevo che non sarei riuscito a raggiungere la verita' ,sentivo che la mia ricerca in quei libri fosse limitata come se vi fosse solo un pezzo di un enorme mosaico composto da milioni di tasselli,cosi intrapresi la mia ricerca su internet, fu disastrosa poiche' trovavo solo siti fasulli di persone che non sapevano nemmeno di che cosa trattavano. Ero deluso sentivo la necessita' di sapere altro ma non ne avevo i mezzi non potevo e non me la sentivo di parlare di questo mio macabro e strano hobby cosi rimasi a bocca asciutta. Fu durante le feste natalizie che riuscii a parlare via rete con un signore che rimase molto affascinato dalla mia coltura preparata , ma mi disse che esisteva un ramo che non avevo ancora esplorato, mi disse su dei libri che trattavano di un antica faida fra la casata della luce e quelle delle tenebre guerra mitologica che a quanto pare coinvolge milioni di pianeti . Mi scrisse di imperi sviluppatti in un modo totalmente differente dalla razza umana e che fossero superiori in tutto a noi. Questo era pane per i mie denti ma come avevo imparato dall' esperienza misi le mani davanti,l' uomo compiaciuto mi diede l' indirizzo di una bibblioteca privata gestita da una gentile signora non molto lontano da dove vivevo mi disse che recandomi li avrei potuto trovare le risposte, lo ringrazia e lui a sua volta. Il giorno dopo mi recai con il treno nella localita che mi aveva detto, era una giornata molto fredda e grigia per fortuna non nevicava piulasciando solo uno strato di neve su tutto il paesaggio. Con in mano l' indirizzo e una piccola mappa riuscii ad arrivare senza problemi davanti alla piccola bibblioteca, entrai senza problemi, aprendo la porta feci suonare un piccolo campanello che attiro l ' attenzione della signora davanti a me , alzo lo sguardo e mi squadro ed io, a mia volta, era una signora sulla sessantina di anni portava gli occhiali a mezzo naso e aveva un volto rugoso ma piacevole , era magra con capelli lunghi rossi portava dei buffi orecchini. Mi aprii il giubotto e con un po di timidezza mi avvicinai al banco -Buon giorno signora , o appreso da..mm credo un vostro cliente che trattate libri di mitologia! la signora mi guardo con un modo alquanto strano che mi mise in panico -Bhe dipende, e' troppo vaga la domanda, che mitologia ti interessa mi rispresi -Oddio si tratta di mitologie su altri popoli e su una guerra Il volto della signora cambio' in uno sguardo severo e duro, mi guardo attentamente -Ascoltami ragazzo non penso che questi tipi di libri ti possano interessare, non sono storie di favole ma anzi. Su da bravo vai da qualche altra parte ha prenderti uno di quei libri fantasy che a voi giovani piaciono. Detto questo mi indico la porta e si volto' , la cosa mi fece irritare parecchio e non so come e non so il perche' cominciai a spieghare le mie ragioni il mio desiderio di conoscere di piu la verita' ,la signiora ne fu sorpesa, si volto e comincio ad ascoltarmi parola per parola come se stesse analizzando tutto cio che dicevo quando terminai,mi guardo annuendo con la testa ma non parlo'; prese dalla borsa li vicino una sigaretta e se l' accese , ne aspiro una buona parte prima di parlare. -Bhe prima di tutto il mio nome e Elide a quanto pare sembri molto convinto in quello che dici, anche io credo in quello che mi hai descritto ma sappi che e tutto sbagliato . Io mi presentai a mia volta ,le gli chiesi cosa intendeva; elide con molta gentilezza mi indico due poltrone , mi tolsi il cappotto e mi sedetti , la vidi ora spostarsi dal bancone , aveva un vestito che buffamente mi fece pensare a mary poppins lei si avvicino , apri' una scatoletta sul tavolo e mi offri un cioccolatino si sedette e continuo a fissarmi. -ascoltami io posso farti leggere un libro ma bada se lo leggerai dovrai randere conto a cio che tiportera a dare. La guardai mi veniva da ridere tra me e me pensai a quanti libri mi avevano detto che erano pericolosi ma sinceramente non capii il suo avvertimento, annui con la testa. -Va bene ragazzo seguimi Ci alzammo e segui la signora fino ad una porta,la vidi estrerre dalla tasca un mazzo di chiavi che con molta trancquillita' ne scelse una , ando' ad aprire la porta , entrammo nella stanza buia, mi fermai sull uscio e la vidi spostare verso destra ; la luce colpi i mie occhio ,rimasi scioccato per cio che vidi, non era una stanza normale e non poteva esserci , la bibblioteca era una piccola casa composta da due stanze quadrate da quattro metri l' una, ora d inanzi a me ero in una specie di salone grandissimo circondato da colonne di una rara bellezza, ogni colonna era stata scolpita per raffigurare un drago, tutto era contornato da marmo bianco, e sulle pareti vi erano state dipinte delle strane raffigurazioni di scene medievali , mi muovevo con vertigine avevo paura ma ero esaltato come se qualcosa nella mia vita fosse accaduto. rimasi con la bocca aperta guardavo Elide che mi fissava compiaciuta, non riuscivo a spiegarmi come diavolo era possibile una cosa del genere , dove mi trovavo , la stanza era immensa non riuscivo a capire , alzai lo sguardo e vidi la volta con al centro dipinto uno strano simbolo che raffigurava un cerchio e tre tagli all interno. -Do..do..dove mi trovo cosa e questo posto Elide rise chiuse la porta e si avvicino a me , mi guardo con aria furba -sei i un Jaidan , ovvero un crocevia cominciai a non capire piu nulla ,balbettavo ero spaventato , elide noto la cosa e si avvicino' -Calmati ,non volevi conoscere la verita', questo posto e un luogo antico piu di quanto pensi -MA.... MA come e possibile tutto cio ma questa e una piccola casa non puo esistere una cosa del genere mi stavo veramente agitando, credo che ero piu' vicino ad impazzire che a ragionare. -Cosa e possibile. e cosa non lo e lo sai spiegare; non temere ci sono cose che sono state tenute nascoste all' ochio umano perche' l' uomo e avaro e malvagio non e pronto per vedere tutto cio , e come una magia. cominciai a calmarmi, elide prese ad assicurarmi -Ma cosa sono tutte queste cose e perche me le stai mostrando? Prese a ridere di gusto mi osservo poi mi mise la mano sulla spalla -Ha ha ha non te lo detto questo e un crocevia , da qua possiamo accedere a luoghi segreti in questo luogo le persone come te possono trovare la verita sul chi sono e su cosa cercano. Era come se mi pugnalava ,non credevo a cio che vedevo continuavo a non capire era possibile bramare una cosa cosi tanto che quando la puoi toccare ne rimani terrorizzato -IO IO volevo solo leggere -No tu cerchi una risposta alla tua rabbia e alla tua sofferenza , vedi quando ti sei sfogato con me io o percepito qualcosa che nascondi dentro di te , una forza e una determinazione. scossi il capo -No non capisco ma chi sei tu realmente?? continuo' a ridere -ha ha ha stai trancquillo non sono qui per farti male , sei tu che sei venuto qui da me, era gia destino la tua curiosita ti a spinto ad una ricerca che per noi e una prova non capivo piu nulla -Noi , una prova ma che prova?? -Ascolta se cerchi veramente una risposta a tutto se veramente senti la tristezza nel tuo cuore che non trova pace se davvero ti senti diverso da tutti io ti sto dando l'opportunita' di vedere oltre la tua vita , io sono un precettore, sono colei che li chiama a se e li trova . -ma perche io?? Elide mi sorrise , in quella donna non avvertivo nessuna minaccia anzi mi convinse a saperne di piu' -non esiste un perche' te lo gia detto tu stesso mi hai trovata , quindi era gia scritto che la tua vita si incontrasse con la mia, tutto l universo e in continua battaglia contro oscurita che vuole distruggere la nostra liberta detto cio Elide mi prese il cappotto e lo getto a terra mi prese la mano e mi accompagno davanti a quei dipinti che avevo osservato prima -vedi questi sono i dipinti che raffigurano i campioni della luce , tutte persone che si sono sacrificate, hanno lottato per il bene supremo , la verita che cerchi ha un prezzo io la guardai dritto negli occhi , mi aveva calmato molto questa passeggiata intorno all enorme sala -Che prezzo c'e' da pagare? Elide mi prese la mano la strinse -devi decidere da solo se avrai veramente il coraggio di affrontare la fiamma purificatrice a quel punto ti verra riconosciuto il dovere e il potere di conoscere tutta la verita' Dentro di me ero solo confuso e non capivo ma guardai dentro che cosa avevo da perdere, amici non ne avevo nemmeno una ragazza e poi era quello che aspettavo e desideravo -Se dovessi accettare elide cosa devo fare la guardai con ferma convinzione , la mia paura e il senso di nausea erano passati, se volevo sapere di piu' dovevo provare -Bravo e come pensavo tu hai il fuoco nel sangue seguimi Ci spostammo verso il centro della sala guardai il pavimento raffigurava il disegno che avevo visto prima ,vidi Elide che alzo le mani verso la volta e pronuncio una frase che per me non aveva senso poi un rumore strano provenire dal centro del pavimento, uno strano mecchanismo fece aprire un foro dal quale fece fuoriuscire due piccole e sottili colonne alte su per giu un metro e mezzo, mi mise un po in ansia , le due colonne erano meravigliosamnte scolpite raffiguranti due uomini muscolosi in un atto di sforzo mostruoso, Elide si volto verso di me -Vieni giovane ragazzo mettiti tra le due colonne non avere paura cosi feci mi misi in mezzo -Ora appoggia le tue mani li sopra con un po' di titubanza le appoggiai, qualcosa stava per accadere lo avvertii dentro di me, elide mi intimo di non muovermi , prese a girarmi intorno mi sentivo teso e spaventato , ma la paura crebbe di piu prioprio quando mi accorsi che non potevo muovermi , -Cosa succede signora perche ' non mi muovo le grida io inpreda al panico, ma lei non disse nienteil suo volto divenne cosi serio da spaventarmi , era una situazione bruttissima mi sentivo in trappola, poi di colpo Elide mi guardo dritto negli occhi -sarai giudicato dal fuoco purificatore , se sarai scelto dovrai abbandonare il tuo nome ed abbracciare quello che il fuoco ti dira.Accetti Stava urlando come se dovesse farsi sentire non solo da me , avevo veramente paura sentivo il sudore freddo , le lacrime che volevano irrompere ,tremavo visibilmente , ora guardavo quella donna come fosse il mio carnefice, ma poi disse una frase che mi fece cambiare -nel santo e sacro nome di Dio creatore accetti passarono alcuni minuti ripensai a tutto e a tutti , cosa c' era da perdere nulla -SI accetto urlai,guardando elide negli occhi, la vidi sorridere e allontanarsi poi mi guardo dritto negli occhi e urlo -un taglio per non dimenticare di odiare senti di colpo la sensazione piu brutta della mia via , dal pavimento e dal soffitto vidi una luce intensa e forte che si innescava in uno dei tagli sentivo la mia pelle vibrare come se stesse per esplodere , il sangue mi ribolliva e nella mia mente si susseguivano le immagini di coloro che mi avevano fatto del male e per ogniuno di essi senti un odio intenso e profondo mai provato prima sentivo delle fitte dolorose in tutto il corpo , cercavo di contorcermi era come se qualcuno mi stesse ustionando di proposito non potei trattenermi e urlai urlai dal dolore -Un taglio per non dimenticare la vendetta venni investito dal novo dolore piu intenso urlavo tutta la mia follia dalla bocca per trarne solievo, ma il dolore aumentava e le immagini cambiarono, vidi le persone che odiavo venir torturate dalle mie mani , era follia non avrei mai potuto fare una cosa del genere , eppure li vedevo. -UN TAGLIO PER NON DIMENTICARE DI AMARE il dolore raggiunseun livello di sopportazione all limite estremo, il calore fu cosi intenso che vidi il mio corpo incendiarsi in fuoco intenso blu ,andai totalmente in panico , fino a che non mi accorsi che non mi bruciava ma procurava solo dolore credo che a quel punto stessi per svenire ma ad un tratto la voce di Elide mi riprese -ora sei avvolto dalla fiamma purificatrice, ascolta ragazzo accetti il fuoco ero preda agli spasmi e continuai ad urlare di si -COSI SIA senti il dolore attenuarsi e vidi che la fiamma si staccava da me come se non fosse mai successo, mi sentivo diverso come se qualcosa nel mio corpo fosse cambiato radicalmente mi liberai e caddi a terra stremato .Elide corse verso di me in preda all' eccitazione . -Sei stato bravissimo, guarda sei stato accettato, guarda in alto la fiamma e leggi il tuo nome e le porte di questo mondo si apriranno. stremato e spaventato alzai lo sguardo e vidi il fuoco che prima mi aveva avvolto fluttuare nel salone prendendo la forma di un drago , poi accadde qualcosa che anche elide ne rimase scioccata il drago sfumo scomparendo lentamente , sentivo le mie forze abbandonarmi, prima di perdere la vista vidi che le fiamme scrissero il nome che avrei abbracciato dimenticando la mia vecchia vita , Raimu, poi fu il buio -Mio dio lo abbiamo trovato Raimu e stato trovato seppi inseguito quello che disse elide perche io svenni dallo sforzo e sogniai, qualcosa che non avevo mai sognato , vidi il mio passato. scritto nel novembre 2002
This review comes from Fantasy Italia
http://www.fantasyitalia.it

The URL for this review is:
http://www.fantasyitalia.it/modules.php?name=MReviews&op=show&rid=194