Category: Libri
Review Title: Dragonlance - Raistlin l'Alba del Male


Scheda del libro
Scritto da: Margaret Weis
pagine434
GenereFantasy
EditoreArmenia
Prezzo€ 15.00


Recensione
Per i Lettori che tanto hanno amato gli Eroi di Dragonlance e in particolare i Gemelli Majere, ecco la possibilità di dare uno sguardo a quello che fu l'inizio di tutto. Il Libro ci catapulta indietro di circa 15 anni prima della Guerra delle Lance. Krynn riemerge lentamente da quella che è stata la terribile distruzione causata dal Cataclisma, e nel piccolo viallggio di Solace tre fanciulli muovono i primi passi verso il Futuro che noi tutti conosciamo. La Storia inizia con l'arrivo a Solace di Antimodes, Mago dalle vesti bianche grande amico di Par-Salian. Kitiara viene a sapere della presenza del Mago e senza troppi convenevoli si presenta a lui nella taverna di Otik. Kit è già una giovane donna con un portamento fiero, una determinazione impressionante e una rabbia che pulsa nel suo cuore rendendola cinica e senza scupoli. Antimodes rimane piacevolmente impressionato da questa ragazza cosi grande per la sua età e cosi affascinante nonostante tutto, e decide di assecindare la tua richiesta ed incontrare il fratellino minore interessato a diventare un Mago. A dire il vero Antimodes affronta questo incontro con scetticismo e impazienza in quanto non ama i bambini e le numerose esperienze gli hanno insegnato che la maggior parte di questi ragazzi non hanno ne il talento, ne la forza necessaria. Tuttavia conoscere Raistlin, allora un bambino di appena sei anni, lascia l'Arcimago decisamente sorpreso. Un bambino cosi piccolo con un atteggiamento cosi deciso,con una mente cosi sveglia... la Magia pungolava il Mago come un avvertimento.... un'avvisaglia di qualcosa che riguardava quel giovane... gli andava data un'opportunità, un ragazzo gracile e malaticcio è vero, eppure cosi particolare. Da questo momento la vita dei Gemelli cambia radicalmente, Antimodes offre a Raistlin la possibilità di frequewntare la scuola del Mago Theobald, un mediocre fruitore di Magia senza talento ma che il Clonclave ha deciso di utilizzare come insegnante visto che le sue scarse capacità risultavano comunque più che sufficienti per insegnare le Basi ai giovani allievi. Raistlin inizia a dedicarsi anima e corpo alla Magia, quegli studi,quel sapere sono la sua forza, la consapevolezza di un talento che il suo Gemello non possiede, la sua ancora di salvezza, il contrappeso della Bilancia, l'ingiusta bilancia sui cui piatti si trovano,da sempre, lui e suo fratello Caramon. Il tempo passa, i ragazzi crescono e in Kitiara particolarmente l'insoferenza per quella vita arriva al punto da condurla alla ricerca di qualcosa di diverso.Lascia cosi Solace e i suoi fratelli per far ritorno solo quanche anno dopo con un Mezzelfo di nostra conoscenza. Caramon e Raistlin nel frattempo diventano inseparabili, l'attaccamento di uno dei due nei confronti del fratello diviene affetto sincero, per l'altro invece si trasforma in una distorta,indispensabile necessità. Limitato dalla sua cagionevole salute e dal suo fisico debole e gracile Raistlin sa di aver bisogno del fratello che allo stesso tempo detesta per il suo successo con le donne che a lui è negato,e per il favore e la simpatia che Caramon riscuote nella gente mentre a lui son riservati gli scguardi schivi e scostanti. La Storia prosegue fornendo al lettore un'ampia panoramica su quella che pè la vita dei due ragazzi a Solace, sugli anni che questi trascorrono attendendo il momento giusto...il momento giusto per dare una svolta alla loro vita. Dopo qualche tempo il Destino incrocia le strade dei due fratelli con quelle di Tas e Flint, da quel momento i quattro,insieme a Sturm e a Kitiara e Tanis poi, formeranno quella che è la compagnia che abbiamo imparato a conoscere ed apprezzare nei libri precedenti. La figura di Tanis, in particolare, appare forse un pochino marginale e trascurato. Non è il Tanis Leader che gli amanti di Dragonlance conoscono,e in effetti appare,spesso e volentieri, succube di Kitiara, il suo giocattolino. L'indole capricciosa di Kit e i suoi modi spregiudicati la allontaneranno però dal suo amante benché, come sa chi ha già letto i precedenti volumi della Saga, la storia tra i due avrà un seguito ed un epilogo nella Trilogia - Le Leggende. Per quanto riguarda gli altri personaggi il lettore ritroverà caratteristiche e comportamenti che già conosce o che, se questo è il suo primo approccio alla saga, imparerà comunque ad amare. Lo scorbutico Flint, il pestifero Tas, con la sua genuina vitalità di kender, Sturm cosi tenacemente attaccato alla Misura da risultare quasi "cieco" nei suoi comportamenti, e poi Caramon , il grosso guerriero... molti muscoli e poco cervello ma un cuore che decisamente commuove. Inifine, per chi come me ha molto amato il personaggio di Raistlin, avrà modo di scoprire, tra queste pagine, la verità sulla leggendaria prova da lui sostenuta nella torre della grande stregoneria e di osservare il Grande mago crescere e modellarsi fino a divenire il Raistlin potente e senza scrupoli che gli autori ci presentano nelle altre due Trilogie. Consiglio vivamente a chi ama il ciclo di Dragonlance di non perdere questo volume e per chi invece intende intraprendere ora il suo viaggio su Krynn indubbiamente questo sarebbe l'inizio migliore. Dragonlance - Raistlin - L'alba del Male - Fratelli in Armi
This review comes from Fantasy Italia
http://www.fantasyitalia.it

The URL for this review is:
http://www.fantasyitalia.it/modules.php?name=MReviews&op=show&rid=120