Fantasy Italia  
 
 
•  Portale  •  Indice del Forum  •  Galleria Fantasy  •  Downloads  •  Profilo  •
 
 
La Leggenda del Drago Verde

Nessun Giocatore Online

Entra nella Leggenda!

Menù
Home :
· Portale
· Forum
· GdR & Fantasy
· Chi siamo
· Chat
· Sondaggi
News :
 Argomenti
 Archivio Articoli
 Invia News
 Cerca
Biblioteca :
 Racconti
 Biografie
 Recensioni
 Invia Racconto
Galleria :
 Galleria Fantasy
 Galleria Utenti
 Invia Immagine
Downloads :
 Downloads
 Invia File
Links :
 Web Links
 Segnala Link
 Scambio Banner
Informazioni :
 Contattaci
 Statistiche
 Top 10
Sondaggio
Qual'è il miglior GDR di tutti i tempi edito in italia?

Cthulhu
Cyberpunk
OD&D (D&D basic + expert set)
Advanced D&D 2nd ed
D&D 3 e 3.5
D&D 4
Girsa
GURPS
Lone Wolf
Paranoia
Vampiri: masquerade
Vampiri: il requiem



Risultati
Sondaggi

Voti: 2617
Commenti: 10
Siti Partner
www.lanotteeterna.com
La Notte Eterna


www.skypok-design.com
Skypok Design


morgensterngdr.altervista.org
Morgenstern GDR


The Black Circle
The Black Circle


www.visivagroup.it
Visiva Group


www.terrediextramondo.com
Terre di Extramondo


www.labarriera.net
La Barriera


www.kaosonline.it
Kaos Online


Diventa Partner

Tante volte mi hanno chiesto di scrivere la storia di noi Guardiani, la storia del nostro portale e di come abbiamo creato tutto questo mondo che sentiamo come la nostra seconda casa.
Beh ecco esaudite tutte le richieste, questa è la nostra storia, la storia di sei ragazzi romani che in anni di amicizia hanno creato Fantasyialia.
Mi piacerebbe che dopo questo racconto sia ancora più chiaro che Fantasyitalia nasce e rimane un portale assolutamente amatoriale, dedicata a tutte le persone che come noi vogliono ritrovarsi in un mondo a misura di fantasia.







Era un afoso pomeriggio di mezza estate dell'anno 1998, come al solito Federico aspettava i suoi amici per scendere nella saletta condominiale dove li attendeva un ex tavolo da ping pong, delle sedie di un vecchi salotto anni 70 e una panca in legno polverosa.
Come al solito gli altri erano in ritardo, erano le 16:00 e ancora non si vedevano. Ne approfitta per sistemare il manuale nella sua borsa, la scheda, i dadi e la miniatura da mago. All’improvviso ecco il citofono, le voci nel cortile si distinguevano nettamente, riusciva a distinguere i vari timbri di voce, e così a contare il numero di persone. Tutti presenti pensò nella sua mente mentre apriva il portone del palazzo.
Qualche saluto e risatina di convenevole ed eccoli tutti intorno al tavolo, manuali e schede alla mano, i dadi tutti bene in vista per quella che poteva essere la sessione che avrebbe dovuto concludere l’avventura più entusiasmante che avrebbero mai vissuto.
A capotavola Carlo, il Dungeon Master del gruppo, colui che tutto sapeva, e tutto decideva delle sorti dei giovani personaggi. Era facile distinguerlo perché era attorniato non da un manuale, come tutti, ma da 2 o 3 volumi che potevano dare una risposta ad ogni problema e dilemma che si sarebbe potuto venire a creare durante la partita.
Alla sua sinistra, Daniele, in arte Antares, il chierico del gruppo, l’uomo dalle orecchie a punta. Era da sempre l’esperto delle regole, sapeva cavilli burocratici di D&D, il peso di un acciarino ed il costo di una corazza di piastre senza nemmeno sapere se fosse completa o meno. Lui lo sapeva.
Peccato che la sua voce fosse spesso, troppe volte oscurata da Roberto, Skald per il mondo fantasy, seduto sulla panca dal lato sinistro del tavolo era l’impulsivo, quello che aveva paura anche ad attaccare una mosca o di attaccare… senza prima aver parlato per scongiurare lo scontro. Un Paladino un po’ atipico, ma molto simpatico. L’altro lato del tavolo, continuando con il giro, era occupato da Francesco detto Oberon.
Identico d’aspetto al Master, ma cinico ed astuto come nano guerriero. Sapeva giocare molto bene il suo personaggio, addentrandosi nel background e rispettando sempre le regole.
Al centro del lato lungo del tavolo, era il posto di Claudio, Hemes Conan Dio di qualcosa che nessuno si ricordava mai, un Guerriero capace di imprese strabilianti e per questo mandato spesso in avanscoperta per il bene del gruppo. Certo non potevano mandarci l’ultimo della compagnia, Federico, il mago Panoramix.
Il più indifeso ai livelli bassi, che sognava segretamente un giorno di arrivare al quindicesimo livello per far vedere a tutti, e a se stesso, di cosa fosse capace realmente un mago. La campagna proseguiva spedita, i ragazzi ridevano e scherzavano tra un combattimento ed un enigma per aprire una porta.
Il pomeriggio si stava inoltrando nella sera, nessuna voglia di lasciare proprio ora, che si avvicinava la fine e con essa il mostro finale. In questa avventura spesso qualcuno era caduto in battaglia, altre volte solo svenuto, ma la forza del gruppo era sempre riuscita a risollevare gli animi dei PG, e soprattutto i loro punti ferita.




L’ora era giunta, il mitico drago dalla pelle squamata era davanti a loro, in tutta la sua possanza e forza. Il DM aspettava questo momento da tempo immemorabile, da quando su uno scaffale di una libreria del centro aveva adocchiato quell’avventura che riportava proprio quel drago sulla copertina.
Si sceglie la formazione, l’ordine di comparizione in scena e le danze hanno inizio. Oberon carica sulla preda e mentre Skald temporeggia sulla soglia Antares si fa una protezione. Preso dalla foga anche Hermes si avvicina al drago sfiorando un attacco e portando a segno il suo colpo.
Panoramix sfiora una palla di fuoco ma rimane impietrito immobile, Skald rpende il coraggio a due mani, come la sua spada, e si avvicina al drago colpendolo. Antares si sposta da un personaggio all’altro dispensando cura ferite e protezioni! La situazione inizia ben presto a farsi critica, poche ferite sul Drago, e molte su quelle dei giocatori.
Spesso ci si trovava in quelle condizioni, decidere se continuare sperando che il drago ben presto perisse, oppure scappare da codardi, ripiegare nella stanza a fianco per riprendere fiato, forze e idee.
Una situazione in cui si doveva decidere in fretta, i turni erano inflessibili, quasi come i dadi. Federico si distacca dalle voci degli amici, inizia a pensare al suo personaggio e a quello che avrebbe fatto in una situazione reale.
Inizia ad allontanarsi dalle proposte di Francesco, dalle risate di Daniele e Claudio, e sopratutto dal tono di sottofondo creato dalla calda voce di Roberto.
Inizia a battere gli occhi, ciglia su ciglia immaginando il suo personaggio, i suoi vestiti e come deve essere impacciato dalla tunica da mago che gli costò tante monete d’oro, al suo bastone da mago con luce perenne.
Questa era una situazione che spesso gli capitava di vivere, cercare di ripercorrere i passi del proprio personaggio come se fosse lui stesso a percorrerli. Affrontare i nemici cercando di comportarsi così come il personaggio doveva realmente comportarsi. Inizialmente erano pomeriggi, poi sono diventate serate, trascorse intorno ad un tavolo verde.
In qualche modo un tavolo da gioco, forse anche d’azzardo… il nostro gioco, il gioco che scaturiva dalla nostra mente che sicuramente ha molte più combinazione di 40 carte da gioco e che sicuramente non si può mai riuscire a prevedere mai fino in fondo.
Mi sembra giusto collocare anche a livello temporale la nascita di Fantasyitalia e del gruppo che l’ha creata. Sono passati più di tredici anni da quando i sei ragazzi romani si sono conosciuti in un liceo periferico della capitale.
Provengono tutti dallo stesso quartiere, dalle stesse strade che li ha visti crescere e conoscersi. Sono sempre stati i giochi di ruolo ad attirare la nostra attenzione, cercavamo quelli che potevamo fare tutti insieme e che ci tenevano impegnati tante ore di continuo.
Dalla carta al computer il passo è stato breve, stessa fantasia, stessa voglia di stare insieme e stessa passione per punti ferita e classi armature.
Un po per gioco, un po per sfida e voglia di concretizzare una passione, sono nati i Guardiani di Athkatla. Il primo nome del portale, che ci vedeva protagonisti assoluti in un forum tutto per noi!




Era il mese di settembre del 2001 quando i Guardiani sono nati. Un’idea tira l’altra, serate intere a pensare a nomi e idee originali da applicare. Tante risate e tanto divertimento per mettersi all’opera in una creazione che ci coinvolgeva sempre più.
Dopo quasi un anno in cui il sito ha girato in una sorta di “beta-testing” continua, è nata l’idea di fantasyitalia. Il portale del mondo fantasy, il portale dove fantasia e realtà si uniscono per dare libero sfogo alla libertà mentale di tutte le persone che vogliono condividere le proprio idee, la propria creatività.
E’ il 3 aprile del 2002 quando Fantasyitalia nasce, con un indirizzo tutto suo, con un logo tutto suo e uno stile inconfondibile. Tratti decisi come decise sono le sue finalità.
E’ stato semplice dividersi i compiti, spartirsi i ruoli e partorire idee originali e divertenti. Ecco, ad esempio, lo sfondo, il font, i nomi delle aree a tema e le varie sezioni dalla galleria, ai downloads. Hermes e Ruodhlandus Amministratori e ideatori principali del portale nonché programmatori. Oberon grafico, addetto della sezione galleria che ha arricchito con migliaia di immagini.
Antares padre della sezione downloads, con centinaia di file caricati e catalogati per macroaree. Skald mascotte del portale e grande collante del gruppo, ispiratore di molte sezioni del forum.
Panoramix, addetto alla sezione news e forum nonché autore di questo testo! Il primo anno di “messa in onda” non è stato molto entusiasmante, del resto i motori di ricerca non ci sfioravano nemmeno, nessuno si fermava e se qualcuno lo faceva lo pedinavamo e festeggiavamo per un nuovo post nel forum.
Esultavamo per un nuovo iscritto e cercavamo di farlo sentire meglio che potevamo per non perderlo. Erano piccole/grandi soddisfazioni di un gruppo di amici che dal nulla aveva creato un qualcosa che nemmeno noi sapevamo ancora.
Gli anni sono passati e con il tempo nuove sezioni sono state aperte nel forum, nuove aree sono nate e poi morte altre sono nate ed oggi camminano da sole.
Mi piace ricordare le sezioni delle recensioni di film e libri, perché il fantasy non è solo gioco di ruolo, ma va visto in tutte le sue angolazioni.
Mi piace ricordare le quasi 2000 news pubblicate in questi anni, un appuntamento fisso 365 giorni l’anno in 4 anni di passione. Una nota a parte vorrei dedicarla alla Leggenda del Drago Verde, una scommessa di tutti noi per il bene del sito.
Tanti mesi di programmazione e di fitte traduzioni per far partire questo giochino che non sarà niente, ma a noi piace e a vedere dall’affluenza piace anche a Voi.
In tutto quello che abbiamo fatto abbiamo sempre messo l’anima, abbiamo sempre dato il meglio e, in nome della passione e della nostra amicizia, abbiamo creato Fantasyitalia pensando che potesse essere un luogo dove altre persone ovunque fossero potessero trovarsi come a casa loro, respirando anche per un minimo l’idea primordiale che l’ha fatta nascere.
A giudicare dai risultati, a quasi cinque anni di distanza dai primi utenti, ora possiamo dire di essere uno dei principali portali che trattano tempi fantasy in Italia.
Questi risultati non hanno mai, in nessun modo, scalfito l’idea che noi abbiamo sempre avuto di questo sito. Oggi tante cose sono cambiate, tante cose sono diverse da 5 anni fa in ben e in male.




Ci sono tanti utenti che si sono appassionati a Fantasyitalia, tanti utenti che sono passati e mai più ritornati, tanti utenti che abbiamo conosciuto e a cui vogliamo bene come persone che conosciamo da sempre.
Chi ha avuto il (dis)piacere di conoscerci ha avuto modo di capire come Fantasyitalia sia lo specchio delle nostre anime. Credo che il portale rispecchi i nostri caratteri e le nostre inclinazioni emotive.
In qualche modo sia una parte di noi che ci tiene legati l’uno all’altro. Tante cose sono cambiate, ma sicuramente non è cambiata la nostra passione e la nostra amicizia che è un piccolo vanto di cui personalmente vado fiero.
Non posso concludere la storia di Fantasyitalia senza ricordare tutte le persone, e non utenti, che nel tempo ci hanno assistito, che hanno collaborato con noi Guardiani. Sono stati aiuti validissimi che si sono appassionati al portale dando un contributo determinante.
Non posso non pensare a Perladelgolfo, Adrianne, Amberlee, Honoo, L_Oscuro e TheFaery. Questi sono solo alcuni dei nomi di persone splendide che siamo stati felici di conoscere. In questo racconto spero di aver reso bene l’idea di cosa è Fantasyitalia, come è nato questo portale e su quali valori si basa.
E’ una realtà viva, che è in continuo dinamismo e che come tale chissà cosa diverrà nel futuro. Sicuramente continueremo a farla vivere il più a lungo possibile, cercando di far diventare questa comunità ancora più ricca, sempre più viva e partecipante.
La fantasia ci ha premiato, la mente umana può creare mondi fantastici, realtà parallele dove perdersi e spaziare, allontanarsi all’infinito da un mondo troppo spesso stretto e inadeguato all’immensità della propria mente.
Fantasyitalia vuole essere una porta verso l’infinito spazio della fantasia.
Lasciatevi sempre trasportare da questa magnifica dote che noi tutti abbiamo, non abbiate mai paura di lasciarvi andare, non abbiate mai le vertigini dell’immensità perché solo così potremo tutti crescere consapevoli del mondo in cui viviamo.











Copyright © by Fantasy Italia Tutti i diritti riservati.

Pubblicato il: 2006-11-28 (14476 letture)

[ Indietro ]
 
 

Leggi informativa estesa sull'uso dei cookies

Copyright © 2003/4/5 by Fantasy Italia
Generazione pagina: 0.12 Secondi