Portale   •  Indice del Forum   •  Cerca  •  Lista degli utenti  •  Gruppi utenti  •  Registrati  •  Profilo  •  Messaggi Privati  •  Login
 
 
 A chi piace scrivere? Successivo
Precedente
Nuovo TopicRispondi
Autore Messaggio
Blazing_Hellfire
Fante
Fante


Registrato: 25/12/10 23:39
Messaggi: 752
Località: El viene del oeste, montando su caballo...

MessaggioInviato: Lun Apr 25, 2011 9:27 pm Rispondi citandoTorna in cima

yanez73 ha scritto:
Più ci penso, più mi sembra un personaggio fichissimo. Non hai detto niente sulla trama, ma mi sembra che a un personaggio del genere affiancherei anche un lecchino/a - di quelli che non mancano mai accanto alle principesse - che lei si porta dietro per accarezzare il proprio ego. Un personaggio non necessariamente umano. Potrebbe essere un'idea?


ti dirò =D era stata la mia prima idea, affiancarle un bel lecchino, di quelli che solo a vederli ti danno l'idea del viscidume!!
poi però temevo che continuasse a fomentarle il suo già smisurato ego, rimediando agli errori che ella commette senza farglieli notare. questo avrebbe trasformato lui nell' unico personaggio utile e lei nella spalla comica della situazione, e a questo punto il tutto sarebbe diventato stucchevole...

però nella prima parte della storia c'è un personaggio del genere... una specie di inquisitore fascista che le lecca il c*lo in ogni maniera... il problema è che in un eccesso di zelo aveva anni addietro spaccato la faccia (ed anche qualche altro paio di parti anatomiche) all'altro protagonista, e quest'ultimo alla prima occasione gli fa fare la fine dei tracchi ^__^

ah, e a proposito di personaggi che si rifiutano di collaborare, il tipo in questione non avrebbe MAI acconsentito a guardare le spalle alla principessina viziata, infatti lo costringono sotto ricatto =D

_________________
i famigli sporcano, puzzano, e mi fanno perdere punti esperienza quando decido di disfarmene.

03/11/11: il giorno in cui si scoprì che la stupidità di Shane è contagiosa asd2

"what's a hero at a play, without a fool to fight?"
ProfiloMessaggio privatoMSN Messenger
yanez73
Esploratore
Esploratore


Registrato: 20/04/11 11:39
Messaggi: 438
Località: Roma

MessaggioInviato: Lun Apr 25, 2011 11:18 pm Rispondi citandoTorna in cima

La storia è ben avviata, a quanto pare.
Una cosa non mi è chiara: che cosa sono i tracchi? Rolling Eyes Smile
ProfiloMessaggio privatoMSN Messenger
Blazing_Hellfire
Fante
Fante


Registrato: 25/12/10 23:39
Messaggi: 752
Località: El viene del oeste, montando su caballo...

MessaggioInviato: Mar Apr 26, 2011 12:32 am Rispondi citandoTorna in cima

hai ragionissima xD avrei dovuto spiegarlo!!
a napoli si chiamano tricche-tracchi (anche se non sono sicura al 100% che si scriva così xD) i petardi che fanno solo la botta senza effetti visivi scenici, tipo quelli che si sparano per strada a capodanno... la fine dei tracchi quindi sta a indicare una fine ingloriosa fatta da un individuo che in precedenza aveva fatto la voce grossa (e per cui quindi si immaginava un epilogo, buono o cattivo, in grande stile!)

in pratica è come quando sparano il petardo, magari salti pure perché non te lo aspettavi, ma quando capisci che era solo una botta ti viene da dire: uà, tutto qui? xDD

_________________
i famigli sporcano, puzzano, e mi fanno perdere punti esperienza quando decido di disfarmene.

03/11/11: il giorno in cui si scoprì che la stupidità di Shane è contagiosa asd2

"what's a hero at a play, without a fool to fight?"
ProfiloMessaggio privatoMSN Messenger
yanez73
Esploratore
Esploratore


Registrato: 20/04/11 11:39
Messaggi: 438
Località: Roma

MessaggioInviato: Mer Apr 27, 2011 5:05 pm Rispondi citandoTorna in cima

La giusta fine per un inquisitore viscido e fascista! Evil or Very Mad
ProfiloMessaggio privatoMSN Messenger
Blazing_Hellfire
Fante
Fante


Registrato: 25/12/10 23:39
Messaggi: 752
Località: El viene del oeste, montando su caballo...

MessaggioInviato: Mer Apr 27, 2011 8:45 pm Rispondi citandoTorna in cima

esattamente Twisted Evil

_________________
i famigli sporcano, puzzano, e mi fanno perdere punti esperienza quando decido di disfarmene.

03/11/11: il giorno in cui si scoprì che la stupidità di Shane è contagiosa asd2

"what's a hero at a play, without a fool to fight?"
ProfiloMessaggio privatoMSN Messenger
Emma Norton
Gladiatore
Gladiatore


Registrato: 14/04/06 17:01
Messaggi: 1830
Località: .:Inferno:.

MessaggioInviato: Gio Mag 12, 2011 1:52 pm Rispondi citandoTorna in cima

Lorenzo Ferretti ha scritto:
Wow, Akhayla!!! Tu si che sei indaffarata!! comunque ti do ragione, meglio 60 pagine scritte bene che 1000 da fare schifo... però spero di non fermarmi alle 60 pagine... sarebbe veramente frustrante dopo anni che cerco di scrivere qualcosa di sensato asd


Io sono della scuola opposta. Meglio scrivere mille pagine che sessanta perfette. Dopo averle scritte, sei sempre in tempo a correggerle, ma fermarsi alle sessanta è come se disegnassi sempre lo stesso occhio di un ritratto fino a quando non è perfetto: Prima o poi il soggetto del ritratto muore e non sei riuscito a completare il quadro.

Blazing_Hellfire ha scritto:
si Laughing Laughing Laughing Laughing ci sarà da ridere!!!!
il vero problema è che come personaggio è alquanto inutile, se non dannoso addirittura... e poi per lei è normale che qualcun'altro risolva i suoi casini e spesso neanche si accorge di averne combinati, ma fortunatamente il coprotagonista è acido come un limone verde e glieli farà notare senza troppi giri di parole!
volevo un personaggio originale, e chi ha mai inventato un protagonista inutile, presuntuoso e viziato? asd asd asd asd


...Il signor Burns vestito da Peach!


yanez73 ha scritto:
*alza la manina*
vi capita mai che i vostri personaggi comincino a fare o dire cose che non avevate previsto? Magari rischiando di cambiare la trama che avevate in mente?


Solitamente do carta bianca ai miei personaggi. Loro mi dicono cosa vogliono fare e io scrivo cosa fanno. Certo, io propongo loro il mio punto di vista, ma di solito non è gradito. L'importante è essere il reporter invisibile che fa la cronaca di quello che accade intorno ai personaggi.




Ah, comunque anche a me piace scrivere. Dal fantasy alla fantascienza e ultimamente mi sono data alla sceneggiatura.

_________________
***
Ora posso anche morire, ho avuto tutto quello che volevo.
Anzi, rimango ancora un po' a burlarmi di voi.


***
ProfiloMessaggio privato
Lorenzo Ferretti
Arciere
Arciere


Registrato: 11/03/11 17:32
Messaggi: 903
Località: Lande del Nord

MessaggioInviato: Gio Mag 12, 2011 2:49 pm Rispondi citandoTorna in cima

sceneggiatura??? O.O

mi sorprendi sempre....

_________________
#cosacazzovuoipreservare
#cucciolonigga
#scialliraganonserveilbackground
ProfiloMessaggio privatoMSN Messenger
paolaligo
Scudiero
Scudiero


Registrato: 02/08/09 07:33
Messaggi: 66

MessaggioInviato: Dom Mag 22, 2011 9:32 am Rispondi citandoTorna in cima

Anch'io scrivo!Bhè ci provo...con tante imperfezioni, sicuramente accompagnate da altrettanti errori ma non posso farne a meno...quando lo faccio, la maggior parte delle volte, provo una sensazione di calma,mi piace,mi rilassa,mi lascio guidare dai personaggi che, sfuggendo all'idea iniziale,vivono le loro avventure e mi piace rileggerle mille volte,correggerle anche se a volte penso sarebbe meglio non farlo perchè finisco con imporre alle storie uno schema che forse le migliora ma che allo stesso tempo le vincola togliendole la libertà data dallo scrivere di getto seguendo solo l'immaginazione senza pensare ad altro.
ProfiloMessaggio privato
Bakakura
Cittadino
Cittadino


Registrato: 19/05/11 01:28
Messaggi: 11
Località: Brescia

MessaggioInviato: Dom Mag 22, 2011 1:59 pm Rispondi citandoTorna in cima

Anche io, nel mio piccolo, scrivo qualcosa: ho inviato un romanzo (tuttora in valutazione) a diverse case editrici nazionali e sul mio blog ho cominciato a pubblicare una storia heroic fantasy a puntate. Smile

_________________
Il mio blog sul fantasy e molto altro
ProfiloMessaggio privatoHomePage
Lanciere del Drago
Apprendista
Apprendista


Registrato: 25/09/11 09:05
Messaggi: 17
Località: Legnano

MessaggioInviato: Dom Set 25, 2011 2:20 pm Rispondi citandoTorna in cima

Attualmente io sto cercando di scrivere un racconto (in realtà lo sto facendo da molti anni), ma mi sono un po' fermato per colpa del lavoro ecc... Spero di riprendere al più presto. Anche perchè, da accanito lettore quale sono, mi piacerebbe anche a me metter giù qualcosa di leggibile.

_________________
§*§°Il lupo nascosto tra i cespugli, fissava avido la sua preda. La mia lancia però lo trafisse prima che potesse anche soltanto uscire dal suo nascondiglio.§*§°
ProfiloMessaggio privato
Stormbringer
Moderatore
Moderatore


Registrato: 16/06/05 14:02
Messaggi: 7790
Località: Il salotto di Antares

MessaggioInviato: Mar Giu 12, 2012 10:18 pm Rispondi citandoTorna in cima

Mwahahah!!! Anche io scrivo.
O almeno, scrivevo.
O almeno, ci provavo.
E di solito sviluppavo simpatia o antipatia per i miei stessi personaggi. Quelli antipatici li ammazzavo asd2 Ero un pessimo scrittore asd2 Adesso quando ho tempo scrivo racconti brevi.

_________________
Quando lo Stato si prepara a uccidere, si fa chiamare Patria.

Il potere è l'immondizia della storia degli umani, e anche se siamo soltanto due romantici rottami, sputeremo il cuore in faccia all'ingiustizia giorno e notte.
ProfiloMessaggio privatoHomePageMSN Messenger
Rick73
Cittadino
Cittadino


Registrato: 04/08/12 13:20
Messaggi: 3

MessaggioInviato: Ven Ago 10, 2012 9:53 pm Rispondi citandoTorna in cima

Ciao,
anche a me piace molto scrivere, infatti sto pubblicando le mie storie sul blog.
La cosa divertente è che io sono il mio stesso pubblico: scrivo storie che vorrei leggere e che non trovo scritte Very Happy

_________________
Ciao
R.
ProfiloMessaggio privato
Asgarath83
Apprendista
Apprendista


Registrato: 02/08/12 20:31
Messaggi: 32

MessaggioInviato: Ven Ago 10, 2012 10:10 pm Rispondi citandoTorna in cima

Lavoro a una mia opera di fantasu space opera da circa 10 anni e da 4 partecipo a un gioco di ruolo ambentato in una terra cupa e piena di non morti.
Se poi vi interessa vi dicp qualcosina di più.
Personal,mente cmq ho unf antasia talmente ferviada che noin devo nemmeno star a pensar alla storia.
butto giù una scaletta e la definico in linea di massima, poii sivluppo i vari puntin scirvneedo di getto tutto quello che mi passa per la tetsda.
infine correggo,m formatto, tabulo, sistemo la forgma errori di batitura.
e poi dopo nche 2 miei amici correggon e leggon per portar alla mia attenzione eventuali sviste è pronta.
Seguo le 10 regole d'oro degli scritori d i cui terry brooks parla nella sua autobiogtrafia.
io so già comeiniziano e finisco n le mie stioreie e uquesto i evita il blocco dello scrittore o lam crisi dell'ispiraizne.
ma il come si svolgono ...
lascio che sia la mia mente il mio estro e i personagi stessi a guidarmi
Very Happy
ProfiloMessaggio privato
Stormbringer
Moderatore
Moderatore


Registrato: 16/06/05 14:02
Messaggi: 7790
Località: Il salotto di Antares

MessaggioInviato: Lun Ago 13, 2012 11:19 pm Rispondi citandoTorna in cima

Le regole dello scrittore non hanno impedito a Terry Brooks di sfornare orribilezze inenarrabili e nemmeno di clonare sè stesso over, and over, and over again. Più che affidarsi alle regole di qualcun altro, sarebbe meglio affidarsi al proprio istinto e al buon senso (che la maggior di quelle regole ricalcano... si vede che è anglosassone: he loves to state the obvious). In particolare, poi, non mi piace il "Mostra, non descrivere", che è un po' contradditorio: per mostrare qualcosa agli occhi di chi legge, devi descrivere. A meno che lui abbia il potere di entrare nella testa dei suoi lettori e mostrargli fisicamente quello che lui vede con la sua immaginazione. Capisco benissimo che lui voglia usare una figura un po' poetica, dicendo che lo scrittore non deve meramente descrivere ma deve essere in grado di mostrare qualcosa al suo lettore, ma questo non toglie il fatto che una affermazione del genere rischi di portare a grossi fraintendimenti, come credere che descrivere appesantisca troppo una narrazione.
Sapere come una storia andrà a finire è come tagliare le gambe ai propri personaggi, che spesso, come hai ammesso anche tu, si evolvono in maniera a dir poco sorprendente (nel senso che non ti aspetti nemmeno tu, che scrivi, quello che all'improvviso succede sul foglio).
Il blocco dello scrittore, poi, è qualcosa che prescinde dall'avere chiaro capo e coda di una storia, giacchè è ciò che avviene nel mezzo che provoca, spesso e volentieri, le interruzioni. Anzi, l'interruzione più grande l'ho avuta quando sapevo esattamente come finire una storia: non l'ho ancora finita (stiamo parlando di 7 anni di tempo).
Ho inoltre sempre apprezzato una cosa negli scrittori: l'umiltà. O comunque la finta umiltà. Questo antico espediente, utilizzato nel corso della storia da varie figure di un certo spessore, ha permesso agli scrittori di capire che affermare di essere estremamente capaci è pericoloso come per un chimico dire "Ho fatto questa reazione talmente tante volte che, anche se stavolta presto meno attenzione nel miscelare etanolo e acido nitrico, sono sicuro che non succederà nulla, perchè sono esperto".
Last, but not least, lo stream of consciousness è un'idea di gente come Joyce. Devo ancora trovare qualcuno che sia davvero riuscito a finire di leggere "Dubliners" e non lo dica solo per darsi uno spessore; il libro fantasy e di fantascienza è un libro calcolato, scritto fluidamente, ma non lasciando che tutto ciò che abbiamo in testa finisca sulla pagina bianca. A meno che tu non voglia scrivere un libro di avanguardia.

Sì, tutto questo solo per dire che non sono d'accordo con quello che dici Mr. Green Come avrai notato mi piace argomentare, oltre che essere acido asd2

A proposito di acidità, mate, i tuoi due amici che correggono gli errori di battitura non ti hanno ancora ammazzato? Dwarf

Nota a piè di pagina: ci terrei a farti notare che l'enorme commento rispecchia la mia umile opinione e non ha nulla che vedere con il volermela prendere con te personalmente. La piccola parentesi di acidità sotto vuole invece essere solo un simpatico buffetto Very Happy Nessuna offesa è intesa.

_________________
Quando lo Stato si prepara a uccidere, si fa chiamare Patria.

Il potere è l'immondizia della storia degli umani, e anche se siamo soltanto due romantici rottami, sputeremo il cuore in faccia all'ingiustizia giorno e notte.
ProfiloMessaggio privatoHomePageMSN Messenger
Asgarath83
Apprendista
Apprendista


Registrato: 02/08/12 20:31
Messaggi: 32

MessaggioInviato: Mar Ago 14, 2012 9:24 pm Rispondi citandoTorna in cima

Stormbringer ha scritto:
Le regole dello scrittore non hanno impedito a Terry Brooks di sfornare orribilezze inenarrabili e nemmeno di clonare sè stesso over, and over, and over again. Più che affidarsi alle regole di qualcun altro, sarebbe meglio affidarsi al proprio istinto e al buon senso (che la maggior di quelle regole ricalcano... si vede che è anglosassone: he loves to state the obvious). In particolare, poi, non mi piace il "Mostra, non descrivere", che è un po' contradditorio: per mostrare qualcosa agli occhi di chi legge, devi descrivere. A meno che lui abbia il potere di entrare nella testa dei suoi lettori e mostrargli fisicamente quello che lui vede con la sua immaginazione. Capisco benissimo che lui voglia usare una figura un po' poetica, dicendo che lo scrittore non deve meramente descrivere ma deve essere in grado di mostrare qualcosa al suo lettore, ma questo non toglie il fatto che una affermazione del genere rischi di portare a grossi fraintendimenti, come credere che descrivere appesantisca troppo una narrazione.
Sapere come una storia andrà a finire è come tagliare le gambe ai propri personaggi, che spesso, come hai ammesso anche tu, si evolvono in maniera a dir poco sorprendente (nel senso che non ti aspetti nemmeno tu, che scrivi, quello che all'improvviso succede sul foglio).
Il blocco dello scrittore, poi, è qualcosa che prescinde dall'avere chiaro capo e coda di una storia, giacchè è ciò che avviene nel mezzo che provoca, spesso e volentieri, le interruzioni. Anzi, l'interruzione più grande l'ho avuta quando sapevo esattamente come finire una storia: non l'ho ancora finita (stiamo parlando di 7 anni di tempo).
Ho inoltre sempre apprezzato una cosa negli scrittori: l'umiltà. O comunque la finta umiltà. Questo antico espediente, utilizzato nel corso della storia da varie figure di un certo spessore, ha permesso agli scrittori di capire che affermare di essere estremamente capaci è pericoloso come per un chimico dire "Ho fatto questa reazione talmente tante volte che, anche se stavolta presto meno attenzione nel miscelare etanolo e acido nitrico, sono sicuro che non succederà nulla, perchè sono esperto".
Last, but not least, lo stream of consciousness è un'idea di gente come Joyce. Devo ancora trovare qualcuno che sia davvero riuscito a finire di leggere "Dubliners" e non lo dica solo per darsi uno spessore; il libro fantasy e di fantascienza è un libro calcolato, scritto fluidamente, ma non lasciando che tutto ciò che abbiamo in testa finisca sulla pagina bianca. A meno che tu non voglia scrivere un libro di avanguardia.

Sì, tutto questo solo per dire che non sono d'accordo con quello che dici Mr. Green Come avrai notato mi piace argomentare, oltre che essere acido asd2

A proposito di acidità, mate, i tuoi due amici che correggono gli errori di battitura non ti hanno ancora ammazzato? Dwarf

Nota a piè di pagina: ci terrei a farti notare che l'enorme commento rispecchia la mia umile opinione e non ha nulla che vedere con il volermela prendere con te personalmente. La piccola parentesi di acidità sotto vuole invece essere solo un simpatico buffetto Very Happy Nessuna offesa è intesa.


M a ci mancherebbe... *punta il cannone della Morte Nera su stormbringer. nessuna offesa! Very Happy
Terry brooks: il ciclo degli eredi è molto, troppo simile a quello della spada. landover è divertente e leggero come lettura, ma i libri dopo "mago a metà" gli ho trovati abbastanza piatti, anche se ho apprezzato la caratterrizazione din nightshade nella sfida di landover. devo dire che del ciclo di landover i personaggi migiori sono quest thiews e il dragone strabo, gli altri lasciamo perdere.
Il viaggio dekla jerle shannara non era male. druidi contro un supercompter impazzito che ruba magia per alimentarsi e preservare le consocenze perdute della nostra epoca. era la storia più originale.
beh, terry brooks ha come tutti gli scritotri libri belli e libri meno belli. ai miei occhi si è rivalutato col ciclo della genesi di shannara e del verbo e del vuoto.
Il mostra non descirere nin opiace nemme no a me ocme regola perché io gioco molto sulle descrizioni. inotre trovo più pesante non definire un personaggio e lasciarlo sul vago descirvendone l'aspetto fisico tramite accenni in un untero capitollko che non far suboto una descrizione abbatsz adettagliata dellasua fisionomia e del suo background e poi lasciarlo luibero di sviluppare la storia.a l massimo si posson ometter alcune cose del backgroune e svilupparle ovivamente in seguito come retroscena e flashback ma al momnento questa tecnica l'ho usata poco.
Anche a me è capaictato di gripparmi per 3 anni. solo nell'ultimo anno ho ripreso la storia. perché l'ho scritta , ma farnbe la revisione alla luce di una maggior maturità mentale e una maggiore autocoscienza non è facile. inolytre ho ampliato molte locations e camiato tutte le cose della trama che trovavo delle eccessive forzature, cosa che mi ha anche permesso di inserire nella storia una battaglia navale e 2 città aliene di cui non avevo nemmeno parlato.
Beh, che dire, le storeie son work in progress e credo che tu mi abia frainteso,. io so la trama ma non klo svolgimentol è come quando dicono nella forza che un jedi ha un enorme destino... eppure c'è cmq la scelta fde l libero arbirtrio. il fatto che quel personaggio abbia un ruolo più o meno detemrinante non significa che tu, o lui, sa come esso si realizzaerà.
e poi lo ammetto. tantissime trovate mi son venute sul momento e più che me ne son responsabli i personaggi.
riguardo i miei amici, no non mi hanno ammazzato. lo fanno volentiero.
Wink
Counque non capisco il tuo accanimento verso gli anglosassoni, non penso che un popolo sia migliore degli altri.
se mi mettessi a elencare tutte le pecche dfegli italiani o dei sardi non la finirei più. come anche di ogni popolo. ogni popolo ha i suoi punti di forza ele sue debolezze.e ciò che agli anglosassoni manca in rigore e apertura mentale lo guadagnano in creatività ed efficienza.
(che poi dipende. in italia se vai i giro vestito da zorro ti prendomn per matto.l in inghilterra ti guardano di sottecchi cheidedo se per casol cìè qualche sfilata di cuinon son a conoscenza. in america dicono "ah bello quel vestito! qausi quasi me lo metto anche io!"
lol. ogni popolo ha il suo perché
XD
ProfiloMessaggio privato
Mostra prima i messaggi di:      
Nuovo TopicRispondi


 Vai a:   



Successivo
Precedente
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi downloadare gli allegati in questo forum



Leggi informativa estesa sull'uso dei cookies

Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Copyright © 2003-2015 by Fantasy Italia